Matematica e bolle di sapone

La matematica, spesso, si mostra in situazioni apparentemente curiose e inaspettate! Le bolle di sapone ne sono un esempio! Con lo studio delle lamine saponate si possono presentare, analizzare e studiare molte situazioni legate al concetto matematico di "minimo". In questo senso si possono osservare percorsi minimi, piuttosto che superfici minime. 

A partire da semplici domande come ad esempio "Perché le bolle di sapone sono rotonde? Che forma hanno quando si uniscono fra loro? C’è qualche regolarità in un ammasso di schiuma?" ci si può immergere in un mondo affascinante e sbalorditivo!

Viene qui presentato un lavoro della prof.ssa Silvia Dirupo, nel quale ho collaborato intensamente per la realizzazione di mostre ed eventi organizzati dall'Università degli Studi di Trento nel Laboratorio di Didattica e Comunicazione della Matematica

Link al progetto dell'Università degli Studi di Trento

Scarica il file completo realizzato dalla prof.ssa Silvia Dirupo